Coordinamento Donne

Cristina Fanciullacci - Coordinatrice

Il Coordinamento donne Cisl si propone di stimolare e promuovere l’inclusione e la permanenza delle donne nel mercato del lavoro - insieme alla salvaguardia del principio di parità e non discriminazione uomo-donna - che sono tra gli obiettivi prioritari della “Strategia di Lisbona” e principi cardini della Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea. L’impegno del Dipartimento è quindi quello di promuovere e coordinare politiche di pari opportunità in tema di parità salariale e formazione, sostenendo una contrattazione specifica per la conciliazione lavoro-famiglia, che preveda espliciti rinvii alla contrattazione di II° livello, adottando azioni di supporto alle politiche di welfare, alla rappresentanza di genere e alla cultura della non violenza. La politica di genere costituisce per noi una nuova frontiera di rafforzamento del sindacato, perché porta nel mondo del lavoro un punto di vista nuovo, capace di produrre vantaggi e valore aggiunto per le donne, gli uomini e la società nel suo insieme. Il grande tema della conciliazione tra lavoro e vita privata, tra realizzazione professionale e dimensione personale, rappresenta una delle sfide più rilevanti ed è su questo obiettivo che Il Dipartimento intende impegnarsi per superare ostacoli, pregiudizi, anacronismi culturali che persistono sia nel mondo del lavoro che nella vita familiare. Attraverso un’azione sindacale finalizzata ad incrementare il valore del lavoro femminile, a superare i divari retributivi, a favorire percorsi di carriera e affermazione di professionalità anche in settori a prevalenza maschile, a migliorare i sistemi di protezione sociale per diminuire i rischi di povertà delle donne, ad abbattere tutte le forme di violenza basate sull’identificazione di genere. Con questo spirito il Dipartimento intende rafforzare il ruolo delle donne nella società italiana promuovendo la presenza sempre più numerosa, qualificata ed impegnata delle lavoratrici.